La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Carabinieri e Club alpino italiano uniti nella tutela dei territori montani

Firmato ieri a Roma un protocollo d'intesa della durata triennale che prevede collaborazione nella realizzazione di progetti educativi, manutenzione sentieri e rifugi e organizzazione di studi, ricerche e convegni.

 
Sx Tullio Del Sette, dx Vincenzo Torti
20 settembre 2017 - Ieri alle ore 17.00, presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, il Comandante Generale Tullio Del Sette e il Presidente generale del Club Alpino Italiano Vincenzo Tortihanno sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato a sviluppare rapporti di collaborazione tra le due organizzazioni. Lo scopo dell’accordo è quello di promuovere la legalità e la tutela ambientale nelle aree montane.

Le aree prevalenti di collaborazione riguarderanno:
- la realizzazione di progetti educativi sull’uso corretto del “bene montagna”;
- la promozione di iniziative congiunte per la tutela dell’ambiente montano, con specifico riferimento alla cura dei boschi, dei corsi e degli specchi d’acqua;
- la cooperazione per il mantenimento e il miglioramento delle strutture che rendono fruibile la montagna, in particolare sentieri e rifugi;
- la segnalazione di aree di alto valore naturalistico da proporre per la realizzazione di riserve naturali;
- l’organizzazione di studi, ricerche e convegni, oltre allo svolgimento di reciproche attività formative a favore del personale.

L’Arma, per la realizzazione delle finalità dell’accordo, coinvolgerà le proprie articolazioni territoriali e i Reparti Speciali, in special modo il Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare e quello per la Tutela del Patrimonio Culturale, che opereranno in sinergia con gli Organi centrali e la rete territoriale del CAI.